Menu
inquinanti dentro casa

INQUINAMENTO INDOOR


Possiamo immaginare la nostra casa, o altri ambienti chiusi dove passiamo la maggior parte della nostra vita, come un rifugio sicuro, dove sentirsi protetti ed al riparo da pericoli in un ambiente piacevole e rassicurante. Ma siamo sicuri che questa nostra immagine corrisponda alla verità?
Quando acquistiamo un nuovo tablet o un nuovo computer cerchiamo di acquisire più informazioni possibili; tecnologie, marche, problematiche e potenzialità prima di effettuare l’acquisto. E per la nostra casa, dove conviveremo con la struttura e i suoi materiali per molta parte della nostra vita?
Nella nostra abitazione, definita spesso la “terza pelle” respiriamo e siamo a contatto con una somma di fattori di cui spesso siamo ignari. Infatti secondo la normativa internazionale, le norme europee per il commercio e la etichettatura delle miscele di sostanze pericolose (vernici, colle, materiali da costruzione, prodotti per la casa, in pratica tutto quello che utilizziamo escludendo cosmetici ed alimenti) non obbligano i produttori a dichiarare i componenti dei materiali con cui costruiamo ed allestiamo un immobile.
dati oms Studi condotti da agenzie governative e istituti di ricerca evidenziano oggi come l’inquinamento domestico superi di gran lunga quello che abbiamo fuori dalla porta, almeno l’85% dell’inquinamento dell’aria nel nostro pianeta è all’interno di abitazioni, scuole ed uffici cioè dentro i così detti ambienti confinati. Inoltre: - La necessità di contenere i consumi per il riscaldamento e per la ventilazione degli ambienti “più freschi in estate più caldi in inverno”, - La convinzione che l'aria fuori sia più inquinata di quella dentro, - I rumori fastidiosi dell'esterno, hanno imposto un sempre maggiore isolamento degli edifici, con la conseguente spinta a sigillare gli ambienti interni. Ciò rischia di generare un ulteriore incremento degli agenti inquinanti dato dai materiali isolanti e da un minor ricambio d’aria. tabella inquinanti In realtà negli ambienti chiusi sommiamo l’inquinamento interno a quello esterno.
Nella tabella riportata a fianco vediamo da una pubblicazione della Regione Toscana (2) come l’inquinamento da sostanze pericolose in ambienti interni supera da 2 a 20 volte quello esterno. Questo studio svolto in scuole pubbliche ha evidenziato che parte dell’inquinamento chimico è dovuto anche a componenti presenti nell’abbigliamento, nei prodotti per capelli oltre che da detergenti, arredi e vernici.

Analoghi risultati troviamo negli USA, e in ricerche dell’organizzazione mondiale della sanità (OMS) e studi promossi dal parlamento europeo:
• MACBETH
• EXPOLIS
• EXPOLIS-INDEX
• INDEX
• THADE
• AIRMEX
• European Parliament Pilot Project

Oggi sempre di più sono diffusi nella popolazione dei paesi sviluppati, fenomeni di allergia ed intolleranza agli agenti chimici, presenti negli alimenti e nell’ambiente che ci circonda. Fenomeni di mal-essere e intossicazione si mescolano con altre patologie le cui cause sono di difficile individuazione, come la “sensibilità chimica multipla” una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all'allergia e molto spesso scambiata con essa. In Europa il fenomeno della sensibilità chimica colpisce oltre il 10% della popolazione. Percentuale in continua crescita, che vede dalle patologie più lievi a situazioni estremamente gravi che costringono sempre piu cittadini a vivere in condizioni di isolamento. Patologie in cui diviene sempre più difficile individuare la causa, si mescolano ad una classificazione altrettanto complessa delle sostanze chimiche in funzione delle interazioni che danno con ambiente ed organismo umano. Se un ventennio fa si parlava di sostanze irritanti, nocive e cancerogene il quadro diviene sempre più complesso poiché ai sottovalutati effetti di irritazione si delinea sempre più la categoria nascosta delle sostanze mutagene e dei distruttori del sistema endocrino.




Mappa del sito - Cookie policy

Copyright © 2017 Durga
Prodotti naturali Durga s.r.l. - Produzione e sede legale: via dello stringaio 3 56043 Fauglia - loc. Acciaiolo (Pi)
Partita Iva: 02029990500 - Tel. 0586 1836172 - fax 0586 1831117
[angiolini]

top